Blog dell'Oratorio

L'Oratorio della Croce

Brevemente:
- cos'è l'oratorio
- cosa si fa (attività ricreative ecc)
- perchè si fa (?)

Fotoromanzo 2° settimana - 3° parte

Ecco la terza parte del secondo fotoromanzo!

Fotoromanzo 2° settimana - 2° parte

Ecco la seconda parte del secondo fotoromanzo!

Fotoromanzo 2° settimana - 1° parte

Ecco la prima parte del secondo fotoromanzo!

Fotoromanzo 1° settimana - 2° parte

Ecco la seconda parte del primo fotoromanzo

Fotoromanzo 1° settimana - 1° parte

Ecco la prima parte del primo fotoromanzo!

Estate Ragazzi

"Estate ragazzi parte dal cuore, attraversa la mente, raggiunge le mani e diventa stile di vita".

Sì, lo sappiamo!, direte voi. Ormai è una frase che è stata ripetuta più e che sembra perdere parte del suo fascino. Eppure è bene ripetersela, perché spesso la si dimentica. E io che scrivo questo articolo, ahimè, ne sono una prova!

"Scriverò questo articolo nelle settimane successive alla fine dell'attività", pensavo a luglio dell'anno scorso, appena finita ER. Poi, però, tra impegni, il caldo e le vacanze, questo articolo non ha mai preso forma. Eccomi, però, a ridosso, ormai, della prossima Estate Ragazzi, a voler riportare un po' di impressioni sull'anno scorso.

Parto dai bambini e dai ragazzi delle nostre quattro squadre, quegli stessi che con l'arrivo del sole sono già lì a chiedere se l'attività si farà. Quei bambini che a volte ci fanno perdere la testa, che a volte vorremmo quasi mandare da un'altra parte, pur di avere un po' di pausa, ma che, sempre, sono pronti a sorridere, giocare e divertirsi. Ed è il loro sorriso, la loro gioia contagiosa ad insegnare davvero tanto! E' con loro che si è costretti a vivere il momento e ad amare sempre anche quando ci sembra più difficile. Eh, sì, perché se fingi, i bambini se ne accorgono subito che li stai prendendo in giro!

Passo poi agli animatori. Se senza bambini l'Estate Ragazzi non c'è, bisogna anche dire che senza chi la organizza, difficilmente è possibile realizzare questa incredibile avventura! Mi colpisce sempre l'entusiasmo e l'impegno dei ragazzi nel corso delle settimane di attività. Tutti gli animatori donano il proprio cuore, la propria mente e le proprie forze perché l'attività riesca al meglio! Certo, la stanchezza e il caldo fanno anche sbagliare, ci fanno stancare, ma alla fine tutto questo passa e ciò che rimane è sempre un sorriso, un gesto, una risata, un gioco e una certezza, quella di aver passato delle giornate stupende!

Infine, mi trovo a pensare alla prossima ER, quella che tra poco bisognerà cominciare ad organizzare e, come ogni anno, mi domando come sarà. Si riuscirà a fare? Riusciremo a fare tre settimane? Ci saranno abbastanza animatori? Ci sarà un coordinatore? Verranno nuovi bambini? Insomma... ci riusciremo?

Non ho le risposte, ma so che ogni anno, nonostante le incertezze, siamo sempre riusciti a creare delle bellissime realtà, e il sorriso dei bambini (o il loro pianto alla fine dell'attività) ne è una prova. Per questo, confido innanzitutto nel Signore e nella Sua Provvidenza, oltre che nell'impegno delle tante persone che vorranno immergersi in questo splendido mare!

Vi lascio con alcune frasi scritte dai nostri bambini.

BLU: "L'estate ragazzi insegna a convivere con gli altri e a essere rispettosi verso gli adulti (animatori) ed è un modo divertente di passare l'estate con gli amici, invece che buttati sul divano a guardare la tv".

ROSSI: "L'estate ragazzi è un luogo molto divertente dove si può conoscere gente nuova e si ha la possibilità di fare laboratori molto istruttivi".

VERDI: "L'estate ragazzi è un momento in cui ci si fanno molti amici. Tre settimane di divertimento con tanti giochi, animatori e la cosa più bella è ballare l'inno".

GIALLI: "A estate ragazzi si conoscono nuovi amici, ci si diverte e si gioca insieme, si balla e si canta divertendosi e gli animatori sono pazienti e ci insegnano nuovi giochi".

Estate ragazzi 2010

http://youtu.be/49scXeXCVmI

Ecco un video creato dagli animatori durante ER 2010. Buona visione!

 

Sesto incontro del martedì 2010

Ecco anche il materiale usato per questo incontro, il cui tema erano il destino, il caso, la Provvidenza.

Proposta per la Quaresima

Per chi si fosse perso l'incontro di ieri sera, si è proposto un percorso comune di avvicinamento alla Pasqua: dal Mercoledì delle Ceneri (17/2) a Pasqua (4/4) ognuno leggerà un brano del Vangelo di Marco secondo questa scaletta.